MEGLIO SCAVARE UNA FOSSA…..

 

“Il meraviglioso  formaggio di fossa nacque per caso. era la primavera del 1486 quando Alfonso d’Aragona, figlio del re di Napoli, sconfitto dai Francesi, ottenne ospitalità da Girolamo Riario, signore di Forlì. Ma il cibo scarseggiava e i soldati Aragonesi iniziarono a depredare i contadini delle campagne circostanti che,, per difendersi dalle razzie, nascosero le provviste nelle fosse di arenaria. A novembre i soldati se ne andarono e i contadini dissotterrarono i loro approvvigionamenti. E così scoprirono che non solo i formaggi non erano ammuffiti ma avevano un sapore speciale. Da allora, ogni anno, continuarono a scavare la fossa al cacio”.

Tratto dalla pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia “L’Umbria dei Formaggi

Condividi nei social

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter

Effettua una ricerca

Il lievito madre: origine e curiosità

La pratica della preparazione e dell’uso del lievito naturale sembrerebbe risalire all’antico Egitto in conseguenza di un’inondazione del Nilo. Si tramanda infatti che la farina

Il pane: dalla natura alla tavola

Il pane (dal latino panis) è un prodotto alimentare ottenuto dalla lievitazione e successiva cottura in forno di un impasto a base di farina di

L’arte del panificare

La storia del pane nasce con quella dell’uomo. Anche l’homo sapiens era avvezzo preparare un impasto costituito da ghiande tritate e acqua che, steso su