Il grande forno medievale, i suoi custodi e la festa di Sant’Apollinare a Messenano, frazione di Spoleto che sconfina con Acquasparta

Messenano è un borgo medievale, frazione di Spoleto, a stretto confine con Acquasparta, primo avamposto della provincia di Terni verso il perugino. Nel cuore del borgo, tra i vicoli, un grande forno a legna medievale, di proprietà della Comunanza Agraria locale, continua ad essere, oggi come nei secoli passati, il luogo di vita comunitaria della piccola frazione, un centinaio di abitanti nell’Ottocento, scesi a una quarantina oggi.
Il pane “sciapo” si prepara secondo gli antichi usi locali, e quando la gente del borgo decide di prepararlo si mette d’accordo e in tutte, o quasi, le abitazioni, ci si mette all’opera: il forno è così grande che tutte le famiglie, autentiche custodi del forno, possono permettersi i loro filoni.
Ma la grande festa del pane, aperta a tutti, si tiene in occasione della ricorrenza del patrono, Sant’Apollinare da Ravenna, che cade il 23 luglio: intorno a questa data la Pro loco di Santa Maria in Rupis organizza laboratori, incontri, e una grande cena nei vicoli intorno al forno. La festa del pane di Messenano dura in genere un paio di giorni, ma è solo la punta di diamante di momenti di cultura, tradizione e amicizia che il forno con la sua sola presenza attira tutto l’anno.

 

Dalla pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia “La Torta di Pasqua in Umbria

Condividi nei social

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter

Effettua una ricerca

Borghi dell’Umbria: Città di Castello

Una città che risplende da lontano: così veniva definita nel Quattrocento Civitas Castelli che appare all’improvviso, fra il verde delle colline,entro il perimetro murato cinquecentesco

Panicale

Panicale è posto come spartiacque tra il bacino lacustre del Trasimeno e le valli del Nestore e della Chiana. L’antichissimo borgo della provincia di Perugia