FORMAGGI: CONSIGLI DI CONSERVAZIONE

” Diversi sono gli accorgimenti per una corretta conservazione del formaggio.

Innanzitutto, una volta tagliato, sarà necessario avvolgerlo totalmente in una pellicola, in modo che non avvenga lo scambio con l’esterno perché i formaggi tendono ad assorbire gli odori circostanti.

Quindi, l’ambiente di conservazione ideale è rappresentato da un luogo fresco (5-13°C), senza luce (che può ossidare le particelle di grasso), con un’umidità elevata.

Sarebbe inoltre utile tenere separate le forme appartenenti a diverse tipologie, per evitare sempre uno scambio di sapori.”

Testo tratto dalla pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia “L’Umbria dei Formaggi

Condividi nei social

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter

Effettua una ricerca

Il lampone

Fra le diverse specie di piccoli frutti presenti in forma spontanea e coltivata, il lampone si può considerare la più diffusa, insieme al rovo. I

Mora o rovo

È la specie più diffusa allo stato spontaneo e coltivata insieme al lampone. I frutti sono di forma allungata, aggregati di drupe, di colore rosso

Il ribes

È diffuso in tutti i paesi a clima temperato freddo. I frutti rappresentati da bacche di colore rosso, bianco e nero. Le bacche sono riunite

I frutti di bosco

I frutti di bosco sono ricchi di proteine vitali al nostro organismo (ferro, fosforo e calcio) e di vitamine, oltre ad avere proprietà medicinali. Per