CURIOSITA’ SULLA CIPOLLA

Contro la tosse insistente. Porre nel forno alcune cipolle fresche e, una volta cotte e passate al setaccio, aggiungervi 5 cucchiaini di zucchero, due di miele e a piacere uno di cognac.

Il trucco c’è ma non si vede. In casa vostra c’è qualcuno che storce il naso davanti alla cipolla? Niente paura: basta infatti avvolgerla in un tulle delle bomboniere, legarlo con un filo ed immergerlo nella pentola, lasciando il filo all’esterno. A cottura ultimata estrarre il sacchetto dalla pentola: il sapore c’è, ma la cipolla non si vede.

In cucina. Far abbrustolire le cipolle senza bruciarle non è facile. Per fare in fretta, unire un cucchiaio di zucchero e mescolare. In poco tempo le cipolle saranno arrostite a puntino e ben croccanti. Se invece si preferiscono cipolle morbidissime, bisogna farle cuocere con acqua e olio a fuoco basso.

Spremuta di cipolla per…Il succo di cipolla spremuta, passato con una garza sulla pelle del viso colpita da acne e da foruncolosi, è un rimedio assai efficace.

Vino di cipolla. Si sa che la cipolla ha un potere diuretico e disintossicante. Il vino di cipolla si ottiene lasciando macerare 5 cipolle pelate in un litro di vino bianco. Filtrare e conservare. Berne un bicchierino la mattina a digiuno.

Con la cipolla si cura la cistite. Far bollire 4 belle cipolle in un litro di acqua fino a quando non si spappolano. Togliere allora dal fuoco e lasciare raffreddare e filtrarle. Tenere il liquido ottenuto in frigorifero e berlo durante la giornata. Ripeter l’operazione per un mese, bevendo tutti i giorni l’acqua di cipolla

Condividi nei social

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter

Effettua una ricerca

Il lievito madre: origine e curiosità

La pratica della preparazione e dell’uso del lievito naturale sembrerebbe risalire all’antico Egitto in conseguenza di un’inondazione del Nilo. Si tramanda infatti che la farina

Il pane: dalla natura alla tavola

Il pane (dal latino panis) è un prodotto alimentare ottenuto dalla lievitazione e successiva cottura in forno di un impasto a base di farina di

L’arte del panificare

La storia del pane nasce con quella dell’uomo. Anche l’homo sapiens era avvezzo preparare un impasto costituito da ghiande tritate e acqua che, steso su