arista ducato

ARISTA DELICATA ALLO ZAFFERANO

Ingredienti per 6 persone:

1kg di arista

2 foglie di alloro

2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

sale q.b.

30 stimmi di zafferano 

½ l di latte

1 cipolla

1 cucchiaio di farina

rete da cucina

Mettete lo zafferano in infusione in un pochino di latte. Prendete l’arista ed inseritela nella rete da cucina. Soffriggete con l’olio la cipolla finemente tagliata e l’alloro, rosolatevi la carne, cospargetela con la farina e salate. Intanto portate ad ebollizione il rimanente latte e successivamente versatelo nel tegame dell’arista. Fate cuocere a fuoco lento per circa un’ora, aggiungendo se necessario altro latte caldo. A fine cottura togliete l’arista dal tegame e frullate il sughetto. Se occorre fate stringere ancora il sughetto a fiamma moderata. Rimettete l’arista nella pentola, aggiungete l’infuso di zafferano e lasciate sul fuoco per 15 minuti circa. Fate raffreddare l’arista, tagliatela a fette e guarnitela con il brodo di cottura.

Ricetta proposta dall’Associazione produttori Zafferano del Ducato contenuta nella pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia “L’Umbria dello Zafferano

filetti di tinca

Filetti di tinca al rosmarino

Ingredienti per 4 persone

Filetti di tinca 4 (8 se piccoli)
Aglio
Foglie di rosmarino (2 cucchiai)
Sale e pepe
Aceto 1 cucchiaio
Pane grattugiato
Olio extravergine di oliva

Preparazione

Mettere i filetti a macerare con olio d’oliva, rosmarino, aceto, aglio, sale, pepe, pane grattugiato per almeno un’ora. Gratinare in forno, su padella antiaderente, con un cucchiaio di olio d’oliva per circa 15 minuti (il tempo dipende dalla grandezza del filetto).

Ricetta tratta dalla pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia «Itinerario del pesce di acqua dolce in Umbria» Vol. II – La cucina. A cura di Maria Cerimonia Braconi (1995)  e riportata nella pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia “L’Umbria del Trasimeno” 

crocchette di tinca

Crocchette di tinca

Ingredienti per 4 persone
Filetti di tinca 400 g*
Parmigiano grattugiato 50 g
Pangrattato 100 g
Vino bianco ½ bicchiere
Patate lessate 2
Uova 2
Sale, noce moscata, limone, prezzemolo, sedano, carota, cipolla, aglio
Alloro 1 foglia
Olio per friggere

Preparazione
Lessare i filetti in acqua salata con l’aggiunta del vino e degli aromi per circa 10 minuti; scolare dall’acqua.
Fare un impasto (anche nel frullatore) con il pesce, le patate, il parmigiano, le uova, la noce moscata e una spruzzata di limone.
Comporre delle crocchette (o polpettine rotonde di piccole dimensioni), passarle nel pangrattato.
Friggerle in olio caldo finché non hanno assunto un bel colore dorato.
Servire calde con fettine di limone.
* In alternativa si può utilizzare la polpa di luccio, di carpa, di persico reale, di pesce gatto, anche mista.

Ricetta tratta dalla pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia «Itinerario del pesce di acqua dolce in Umbria»
Vol. II – La cucina. A cura di Maria Cerimonia Braconi (1995) e riportata nella pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia “L’Umbria del Trasimeno

luccio

Filetto di luccio al forno

Ingredienti per 4 persone
Luccio un filetto
Aglio
Prezzemolo
Limone
Finocchio
Rosmarino
Olio extravergine di oliva
Sale

Preparazione
Preparare una salsa con aglio, prezzemolo, succo di limone, finocchio, rosmarino, olio e sale.
Cospargere la salsa sul filetto e lasciare marinare per circa un’ora.
Cuocere in forno per 10 minuti e condire con olio a crudo.

Tratto dalla pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia “L’Umbria del Trasimeno

tegamaccio

Tegamaccio del Trasimeno

Ingredienti per 4 persone
Anguilla spellata 1 kg
Filetto di persico reale 700 g
Tre gamberi rossi
Pomodori pelati 1 kg
Pomodoro concentrato 2 cucchiai
Una cipolla
Aglio uno spicchio
Aceto un cucchiaio
Un peperoncino
Prezzemolo un ciuffetto
Limone
Olio extravergine di oliva
Vino bianco
Sale e pepe
Alcune fette di pane casareccio

Preparazione
Prendere l’anguilla pulita ed eliminare la testa, la coda e le pinne laterali. Sbollentare i gamberi per circa 3 minuti. Scolarli, lasciarne uno intero per guarnizione, togliere agli altri la testa e il guscio e sminuzzarne la polpa. Tagliare l’anguilla a pezzetti della lunghezza
di 4 cm e scottarla in acqua aromatizzata con limone, un cucchiaio di aceto, sale e una cipolla. Preparare il soffritto, mettendo in una pentola di coccio smaltato* abbondante olio extravergine di oliva, prezzemolo tritato, aglio e peperoncino. Sfumare con il vino. Aggiungere i pelati passati ed il concentrato di pomodoro. Trascorsi 10 minuti aggiungere l’anguilla e lasciare cuocere per 30 minuti. Aggiungere i filetti di persico e la polpa dei gamberi, insaporire il tutto con sale e pepe e cuocere per altri 30 minuti. Il pesce non va rigirato, quindi, per evitare che si attacchi al fondo, scuotere la pentola con movimenti rotatori. Guarnire con il gambero intero il tegamaccio non deve risultare asciutto e va servito caldo accompagnandolo con crostini di pane casareccio
tostato, anche aromatizzato con aglio.

* La cottura nel coccio è indicata per molte ricette con il pesce del lago Trasimeno

Tratto dalla pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia “L’Umbria del Trasimeno

spiedini di persico

Spiedini di filetto di pesce persico

Ingredienti per 4 persone

Filetti di persico 600 g
Pane grattugiato 200 g
Olio extravergine d’oliva
Aceto
Limone
Prezzemolo
Aglio
Sale e pepe

Preparazione
Preparare un battuto con aglio, olio, prezzemolo, sale e pepe.
Condire i filetti di pesce persico con il battuto, il succo di limone ed un cucchiaio di aceto. Aromatizzare il pane grattugiato con parte del battuto e lasciare insaporire per un’ora circa.
Unire i filetti di pesce al pane aromatizzato, arrotolarli e infilzarli in uno spiedino di legno. Cuocere gli spiedini su una gratella, anche alla brace, per circa 10 minuti, cospargendoli durante la cottura con una emulsione di olio, limone e aceto in parti uguali. Per far ciò può essere utilizzato un rametto di rosmarino.

Tratto dalla pubblicazione della Camera di Commercio di PerugiaL’Umbria del Trasimeno

regina in porchetta

Regina in porchetta

Ingredienti per 4 persone

Una carpa regina
Una grossa fetta di lardo o prosciutto
Finocchio selvatico
Rosmarino
Aglio
Pane grattugiato
Sale e pepe
Olio extravergine di oliva
Aceto

Preparazione

Pulire la carpa, eviscerarla, togliere il “dente” che ha sotto le branchie, lavarla e asciugarla.
Preparare un battuto con il lardo, il finocchio selvatico, l’aglio, il rosmarino e condirlo con sale e pepe e una spruzzata di aceto.
Picchettare la carpa con il battuto e inserirne un poco anche nella pancia.
Cospargere il pesce con abbondante sale e pepe da entrambi i lati, metterlo in una gratella posta sopra un recipiente a misura e lasciare insaporire per almeno 12 ore.
Impanare la carpa, metterla sulla gratella, cuocere in forno preriscaldato a fuoco basso per circa due ore. Spalmare spesso con un rametto di rosmarino intinto in una salsa, fatta con olio e aceto.

Tratto dalla pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia “L’Umbria del Trasimeno”

insalatino di persico trota

Insalatino di persico trota

Ingredienti per 4 persone

Filetto di persico trota 400 g

Prezzemolo

Carote q.b.

Olio extravergine d’oliva

Limone

Sale

Preparazione

Lessare i filetti per circa 6 minuti in acqua aromatizzata con prezzemolo e limone.

Scolarli. Nel frattempo preparare una salsa con prezzemolo, olio extravergine d’oliva, sale e limone.

Mettere infine i filetti sminuzzati in una terrina e versarvi sopra la salsa, a cui avremo aggiunto delle carote a julienne.

 

Tratta dalla pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia “L’Umbria del Trasimeno”

frittura di latterini

Frittura di latterini

Ingredienti per 4 persone

Latterini (agoni) del Trasimeno ½ kg

Olio per friggere

Sale, farina q.b

 

Preparazione

Lavare ed asciugare i latterini.

Riscaldare in una padella l’olio da frittura; infarinare i latterini e friggerli nell’olio bollente.

Quando sono dorati estrarli dall’olio, facendo attenzione a scolarli bene, posarli su carta da frittura e salarli. La frittura va servita ben calda!

Tratto dalla pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia L’Umbria del Trasimeno” 

filetto-chianino-al-tartufo

Filetto di chianina al tartufo bianco

 

Ingredienti per 4 persone: 800 g di filetto di vitello di chianina in tranci, tartufo bianco, olio extra vergine d’oliva, 40 g di burro, 200 g di panna fresca, farina, sale.

Infarinate i tranci di filetto su tutti e due i lati, con l’accortezza di cospargere di farina anche il bordo della fetta di carne. L’ideale è avere fette alte circa 3 centimetri. Mettete sul fornello una padella o un tegame antiaderente e coprire il fondo con olio extravergine d’oliva. Una volta scaldato l’olio, che non deve friggere, cuocere i pezzi di filetto da un lato. Rosolati per qualche minuto si girano con la pinza, evitando di rovinare l’infarinatura, e si salano. Continuate la cottura per ancora 8 – 10 minuti, con l’accortezza di girare la carne una volta sola. Togliete i filetti dalla padella e lasciateli riposare nei piatti da portata. Sul fondo di cottura, aggiungete quattro noci di burro, la panna fresca e una spolverata di lamelle di tartufo per insaporire. Muovete con un cucchiaio di legno per un minuto e, una volta amalgamato, cospargete di salsa i tranci di filetto sistemati nel piatto in precedenza. Grattate sulla carne così preparata profumate lamelle di tartufo bianco, fuori dal fuoco, e servire in tavola.

Tratto dalla pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia “Black / White – Di quale tartufo sei ? Ricette e Consigli