Home Tessitura e Ricamo ROMEYNE ROBERT RANIERI DI SORBELLO
Image1
Image1

Tessitura e ricamo

LE FIGURE NEI TESSUTI PERUGINI
    "Negli inconfondibili “tessuti perugini” veniva rappresentato un...
L'ONORE DELLA TOVAGLIA
Possedere una tovaglia nel Medioevo era un segno di prestigio. Esserne privati,...
SIMBOLI ANCORA MISTERIOSI NELLE TOVAGLIE PERUGINE
  "Il Grifo e la Fontana Maggiore sono gli emblemi di Perugia. Nei ricami,i...
ALICE HALLGARTEN FRANCHETTI
La storia di Alice Hallgarten è straordinaria e ancora poco conosciuta. Era...
La Rinascita dell'Alto Artigianato del Tessile
La rinascita arrivò all’alba del Ventesimo Secolo per merito di una...
LE TOVAGLIE PERUGINE RIPRODOTTE IN OPERE D'ARTE
"... Frammenti o porzioni di antiche tovaglie sono assai rare da trovare....
Ricami: dipinti di ago e filo
"... Il ricamo è una decorazione, un motivo o un ornamento creato con ago e...
Merletti: pizzi e trine in evidenza
" Il merletto è una particolare lavorazione dei filati per ottenere un tessuto...
Tessuti: intrecci di orditi e trame
"... Un intreccio di fili perpendicolari. Il tessuto è questo. Ma la qualità...
Un punto per la Madama
"... Dicono che Caterina de’ Medici avesse splendide mani. Di certo le...
LE TOVAGLIE PERUGINE
  "Il punto di forza della grande tradizione tessile medievale umbra erano le...
TESSUTI MERLETTI E RICAMI: itinerari dell'alto artigianato artistico con UMBRIA DELLE MIE TRAME
  L’arte della tessitura, del ricamo e del merletto da centinaia di anni è...
UNA SANTA E UN RICAMO
In Umbria,la tradizione per il ricamo sembra risalire alla laboriosità di...
Museo Virtuale delle Arti Tessili
  Nel 2007, con la creazione di un apposito Centro Studi e Ricerche di...
Ricami, pizzi e merletti...che passione!
Ricami, pizzi e merletti sono da tempi immemorabili passione di tutte le donne...
ROMEYNE ROBERT RANIERI DI SORBELLO PDF Stampa E-mail

Romeyne nacque nel New Jersey da una famiglia di origine francese.

Sua madre era parente di George Bernard Shaw, il grande intellettuale e drammaturgo irlandese.

Durante una vacanza romana incontrò il marchese Ruggero IV di Sorbello che sposò nel 1902. L’anno dopo, in una proprietà del marito, la villa del Pischiello, sulle colline intorno al lago Trasimeno, fondò la Scuola di Ricami.

Le dieci operaie degli inizi diventarono più di 80 in pochi anni. La contabilità era tenuta con il “sistema americano moderno”. Ogni donna era ben pagata e spronata di continuo ad accantonare in libretti postali la propria paga.

La giovane marchesa brevettò il Punto Umbro, un antico punto arabo adoperato in ricami italiani, spagnoli e portoghesi e riprese molti disegni dai capolavori della pittura italiana del Rinascimento.

Qualche decennio dopo fu l’animatrice della neonata cooperativa Arti Decorative Italiane che aprì una vetrina a Perugia, sul centrale Corso Vannucci, dove i preziosi ricami venivano presentati e venduti e dove incontrarono un successo crescente.

 

TRATTO DALLA PUBBLICAZIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA, “UMBRIA DELLE MIE TRAME. Tessuti, merletti e ricami: gli itinerari dell’alto artigianato artistico”, testi a cura di Federico Fioravanti


( 0 Votes )