Home Ceramica e Terracotta IL PAESE DELLE TERRECOTTE
Image1
Image1

Ceramica e Terracotta

LA MAGIA DELLE FUSERUOLE
  "Un’inedita collezione di fuseruole è ospitata nel Museo regionale della...
L'UMBRIA DELLE TERRECOTTE E DEI LATERIZI
Marsciano è un centro conosciuto in particolare per la produzione di laterizi...
Dove la ceramica si veste di storia
Ad Orvieto, la tradizione ceramica affonda le sue radici nel periodo etrusco,...
Gualdo Tadino e la sua ceramica
Sulla scia della vicina Gubbio, nel ‘500, sebbene si registrino testimonianze...
Buccheri, ceramica e le brocche della Festa dei Ceri
A Gubbio, le origini della lavorazione ceramica risalgono al Medioevo, con una...
La ceramica di Deruta
Non è semplice descrivere la rinomata ceramica derutese senza rischiare di...
L'ARTE A PORTATA DI MANO
L’Arte a portata di mano. In questo modo potremmo definire la ceramica...
Abitare il territorio 1
Per il viaggiatore curioso ecco una proposta di percorsi, tra modernità e...
IL PAESE DELLE TERRECOTTE PDF Stampa E-mail

 

Ripabianca è un pregevole borgo arroccato, nel  Comune di Deruta, non molto distante da Marciano, e deve il suo nome all’argilla estratta dal suo terreno, particolarmente adatta per la lavorazione di terrecotte e laterizi, tant’è che può essere definita a buon ragione il “paese delle terrecotte”, come testimoniano le fornaci a legna, di cui una ancora perfettamente in funzione.

Nel paese,  il comparto della terracotta è ancora molto vivace e di stampo per lo più artigianale, con forti radici tradizionali e con una ricca produzione di orci, vasi da giardino, riproduzioni di ziri, scine, pignatte ed altri utensili utilizzati in passato nelle cucine e nelle case.
Curiosità legate alla civiltà contadina umbra: gli ziri sono i vasi in terracotta in cui veniva conservato l’olio, prodotto prezioso e salutare della nostra terra, mentre le “scine” sono dei catini ,in cui si effettuava il bucato con la cenere.


( 1 Vote )