Home Eventi tipici A Narni per la Corsa dell'Anello
Image1
Image1

Eventi tipici

PREMIO REGIONALE OLIO D.O.P. "ORO VERDE DELL'UMBRIA" 2019
Al via la XX edizione del concorso regionale "Oro Verde dell'Umbria", il premio...
FESTA DEI BARBARI
A Castel Rigone nel Comune di Passignano sul Trasimeno dal 4 al 7 agosto la...
LE CELEBRAZIONI PER SANTA RITA
La festa che Cascia tributa a Santa Rita è particolarmente articolata e...
I “faoni” NORCIA 9.12 ore 21.00
La tradizione del “Faoni” o “Festa delle Campane” è un appuntamento di...
GIOCHI DE LE PORTE DI GUALDO TADINO
I richiami sono quelli del "Pallium decurrendum" una manifestazione di origini...
COLORIAMO I CIELI
In ogni aquilone, sono racchiusi sogni di pace, voglia di volare e desideri di...
IL MERCATO DELLE GAITE IN BEVAGNA
1250 - 1350: è questo il periodo storico nel quale vi troverete immersi se...
IL PALIO DEI TERZIERI A CITTA' DELLA PIEVE
Dame e cavalieri, sbandieratori, taverne con antichi sapori, botteghe e mercati...
A Narni per la Corsa dell'Anello PDF Stampa E-mail

 

”Madonne, cavalieri et lo populo tucto…” sono le parole che echeggiano nella Piazza di Narni in occasione della sua festa più importante: l’antica Corsa dell’Anello.

A sfidarsi, a maggio di ogni anno nei giorni precedenti o seguenti la festa del defensor civitatis, il patrono San Giovenale, sono i terzieri Mezzule, Fra Porta e Santa Maria.
La festa è la ricostruzione dei ludi e riti che si svolgevano in onore del Beato Giovenale, primo vescovo di Narni, a partire dalla prima metà del XIV secolo: banditori a cavallo con la solenne “Lettura del Banno” invitano al “certamen” i cavalieri narnesi, perché nella competizione esprimano la loro abilità nel tutelare la città.
Le vie si animano poi di oltre 600 personaggi che in corteo si dirigono verso la Cattedrale, per rendere omaggio al patrono con “l’Offerta dei Ceri nella Cattedrale”. I preziosi abiti indossati dai protagonisti della rievocazione sono il prodotto delle abili mani delle signore dei terzieri: sotto la guida di costumisti storici e a seguito di approfonditi studi iconografici vengono riproposti tagli, tessuti e accessori magistralmente fedeli all’epoca trecentesca.
Il fulcro è la Corsa dell’Anello, che vede i cavalieri correre per scagliarsi con la propria asta ad infilare  il bersaglio.
Il tutto arricchito da spettacoli, scene d’epoca e riproduzioni di immagini di pittori del 300, che culminano nell’assegnazione del “Bravio per il miglior terziere”
Le taverne, arredate con i caratteristici ornamenti dell’epoca, offrono poi la possibilità di immergersi nel tipico ambiente trecentesco, con i sapori , le atmosfere ed i momenti ludici di antica tradizione.

Consulta il programma dell'edizione del 2012 nella sezione news.


( 1 Vote )