Home News Eventi orto botanico medievale
Image1

News

STORIE CURIOSE AL...

    Alcuni ...spicchi d cacio, spunti curiosi per deliziare non solo il...

L'ARTE DELLA TAVOLA

Piccole curiosità per decorarla, impreziosirla ed esaltarla. ...

CURIOSITA' SUL VINO

Dai poeti, ai miti, dai racconti biblici alle credenze popolari, attraverso...

News

STORIE CURIOSE AL FORMAGGIO
    Alcuni ...spicchi d cacio, spunti curiosi per deliziare non solo il...
L'ARTE DELLA TAVOLA
Piccole curiosità per decorarla, impreziosirla ed esaltarla.
CURIOSITA' SUL VINO
Dai poeti, ai miti, dai racconti biblici alle credenze popolari, attraverso...
IL FORMAGGIO IN TAVOLA
Pecorino, caciotta, ricotta…una serie di idee gustose per preparare piatti...
A tutto Torte.....
Gradevoli spunti per preparare gustosi piatti unici...
PIATTI DA RE CON SUA MAESTA' IL TARTUFO...
L'Umbria è Terra di Tartufo...il pregiato tubero è presente su tutto il...
Siamo fritti, e non solo....delizie per rallegrare gli animi
Dagli strufoli, alle frappe, passando per le castagnole e le cialde. Una serie...
Percorrendo i boschi di Valfabbrica sulle orme di San Francesco
  Una serie di itinerari ispirati al percorso intrapreso da San Francesco...
PER RACCONTARVI L'UMBRIA
Tipicamenteumbria… C’è tutta una regione da scoprire in questo sito, con...
UMBRIA CHE INCANTA
Con Tipicamenteumbria, l’Azienda Speciale Promocamera, che rappresento in...
Ricami, pizzi e merletti...che passione!
Ricami, pizzi e merletti sono da tempi immemorabili passione di tutte le donne...
Legno e...
In Umbria è radicata la tradizione della lavorazione artigianale del legno e...
Il ferro battuto
TRA I VICOLI STORICI, CON NASO ALL’INSÙ… Camminando con il naso insù,...
CASTAGNE...cibo portafortuna
  Sono considerate un cibo portafortuna a ragione del loro aspetto doppiamente...
Campo del Sole
Immagina uno specchio d’acqua, teatro di un’epica battaglia… Parliamo del...
La foresta fossile di Dunarobba
Hai mai pensato di passeggiare in una foresta di milioni di anni fa? Questo è...
Parco del Monte Subasio
Il Parco del Monte Subasio è un'area protetta, istituita nel 1995, costituito...
orto botanico medievale PDF Stampa E-mail

In una citta' come Perugia, capace di armonizzare vicoli e palazzi storici con la modernita' del Minimetrò, avveniristico mezzo di trasporto urbano sopraelevato, scopriamo un angolo di Medioevo ancora vivo nell’Orto Botanico, curato dalla Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Perugia, presso il complesso monumentale benedettino di San Pietro, in Borgo XX Giugno, area centralissima del capoluogo di provincia.
Nel 1996, infatti, fu inaugurata, all’interno dell’orto botanico della Facoltà, un’apposita sezione in cui scoprire le coltivazioni aromatiche, alimentari e salutari, le erbe mediche ed officinali, ricostruita, come era in passato, quale parte integrante dell’Abbazia. L’orto monastico aveva una forte valenza simbolica, tratto comune, ad esempio, all’arte del tempo che ricoprì una funzione non solo estetica, ma anche di veicolo di evangelizzazione, capace di trasmettere dottrina ai numerosi analfabeti. All’interno dell’orto monastico si trovavano oltre a piante utili, allegorie religiose, come l’acqua metafora di Cristo sorgente di vita eterna o l’Albero della Vita, raccontato dalla Genesi.
All’interno dell’orto medievale ricostruito, è quindi possibile oggi ripercorrere alcune tappe emblematiche del cammino spirituale e storico dell’umanità, si passa dal Giardino dell’Eden al peccato originale, dalla razionalità  al dominio, dalla creatività alla comunità, dalla religiosità alla cultura, dall’estetica alla santità. Se la visita dell’orto medievale permette di approfondire aspetti antropologici e culturali tipici dell’epoca, rappresenta anche un’occasione per gli appassionati di botanica di approcciarsi  alle varietà di specie utilizzate dagli stessi monaci. Passeggiare in questo ameno giardino darà l’impressione di tornare indietro nel tempo e quasi di scordarsi la frenetica routine fuori le sue mura. Di notevole interesse, inoltre, la porta e la strada pubblica medievali, racchiuse nel plesso.
Interessante, poi, è trascorrere del tempo nel più esteso orto botanico della Facoltà, in cui sono presenti, tra l’altro, un giardino alpino, uno zen ed un laghetto con piante ombrofile, nonché ammirare la splendida chiesa di S. Pietro annessa all’Abbazia sede di Agraria. A pochi metri di distanza, è possibile passeggiare nei Giardini del Frontone, storico spazio verde della città e, proseguendo verso Corso Cavour, merita una sosta l’imponente Chiesa di S. Domenico.


( 1 Vote )