Home
Image1

Ceramics and Earthenware

THE VILLAGE OF POTTERY
Ripabianca is a remarkable hilltop village, in the Municipality of Deruta, not...
THE POTTERY AND BRICKWORKS OF UMBRIA
The town of Marsciano is well known for its production of brickwork and...
POTTERY IN ORVIETO IS SURROUNDED BY HISTORY
In Orvieto, the tradition of pottery has its roots in the Etruscan period, so...
Gualdo Tadino and its pottery
In the wake of nearby Gubbio, a thriving pottery production came to life in...
Buccheri, pottery and the jugs of the Celebration of the Ceri
In Gubbio, pottery work dates back to the Middle Ages, with its characteristic...
Pottery of Deruta
It is not easy to describe the renowned pottery of Deruta, without the risk of...
ART AT YOUR FINGERTIPS
Art at your fingertips.  This is how we might define the production of...
DISCOVERING THE TERRITORY 1
For the curious traveller, here is a suggestion for the best routes to take,...
LA MAGIA DELLE FUSERUOLE PDF Print E-mail
There are no translations available.

 

"Un’inedita collezione di fuseruole è ospitata nel Museo regionale della Ceramica di Deruta, il più antico d’Italia.

Nacque infatti nel 1898,grazie al notaio derutese Francesco Briganti che ebbe l’idea di istituire un “Museo artistico pei lavoranti in maiolica”.

Le piccole perline in maiolica a corredo dei preziosi ricami, sono chiamate anche fusaiole o pittole.

Quasi nascondono le iniziali dell’innamorata, che spesso sono seguite dalla lettera B, che sta per “bella”.

A volte i nomi sono scritti per intero. O si usano vezzeggiativi. In qualche caso, le dediche sono scritte addirittura al contrario.

I pegni d’amore sono famosi in tutto il mondo, come testimoniano le quindici fuseruole esposte al British Museum di Londra."

Tratto dalla pubblicazione della Camera di Commercio di Perugia "Umbria delle mie Trame" testi a cura di Federico Fioravavanti


( 1 Vote )